Vellutata di zucca e pere

Read the article in English

Come protagonista della nostra prima ricetta abbiamo scelto la ZUCCA, zucca1 copiaortaggio autunnale per eccellenza, nonché personaggio indiscusso di moltissime fiabe. Ricca di acqua e povera di zuccheri, è infatti perfetta per chi segue una dieta bilanciata o un regime alimentare. Le sue importanti proprietà nutritive, benefiche e terapeutiche, la rendono, inoltre, un ingrediente indispensabile nella cucina di tutti gli amici del Progetto Mitofusina 2.

La sua caratteristica principale, il colore arancione, è data dal betacarotene. Il “precursore della vitamina A” conferisce alla zucca la maggior parte delle sue proprietà. Elemento prezioso che fa bene alla salute di tutti, ma in particolare a quella delle persone malate di CMT2A, perché favorisce la crescita delle ossa, mantiene sana la pelle e lavora contro i disturbi visivi. E’ anche un potente antiossidante e antinfiammatorio, una vera e propria panacea! 

Ciò che per noi è importante qui sottolineare è che la zucca, anche se povera di grassi (solo 0,1%), è ricca di Omega 3.  Il cd “grasso amico
del cuore” è molto utile per chi soffre di malattie neuromuscolari, perché svolge un’azione anticoagulante, controlla la pressione arteriosa e la presenza di colesterolo nel sangue. Un vero toccasana per il sistema circolatorio, soprattutto per quello di chi, soffrendo di debolezza muscolare, è costretto a stare seduto su una sedia a rotelle.

La zucca, dunque, oltre ad essere buona, fa anche bene! Contiene molti sali minerali (calcio, fosforo, zinco e potassio) che sono necessari per il benessere della persona, in quanto permettono all’organismo di funzionare bene, senza incepparsi. E’ ricca di proteine, perciò di amminoacidi (arginina, acido glutammico, acido aspartico e triptofano in particolare) che sono indispensabili al nostro corpo, ma soprattutto a quello di chi soffre di malattie mitocondriali. E’, infine, carica di fibre che ci aiutano ad aumentare il senso di sazietà e a regolarizzare le funzioni intestinali.

Consigliamo, dunque, di mangiare la zucca almeno due o tre volte a settimana approfittando di ciò che gentilmente l’autunno ci offre. So, let’s start! La nostra carrozza, ovviamente a forma di zucca, è pronta: il viaggio può cominciare…

zucca
Una ricetta a settimana, rubrica di consigli nutrizionali

Che ne pensate? Mandateci le vostre ricette con la zucca…quelle migliori verranno pubblicate!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...